Che cos’è un personal  trainer?
Un personal trainer o Mind-Coach è un allenatore della mente. Insegna tecniche e strategie che portano a raggiungere risultati straordinari, è un amico, una persona che si prende cura di te e si impegna  nel guidarti verso il tuo miglioramento personale. Ti aiuta ad ottenere ciò che vuoi velocemente. Può quindi lavorare su più fronti: c’è chi si rivolge al P.T. per lo sport, chi per acquisire tecniche di vendita migliori, per comunicare in pubblico. In questo caso parliamo dell' Omega Nei Health Coach.

Come ha conosciuto Roy Martina?
Ho conosciuto Roy Martina attraverso il suo libro “Equilibrio Emozionale” (Tecniche Nuove) ed è stato amore a prima letta. Trattava temi importanti, proprio come io li percepivo. Così l’ho cercato ed ho iniziato a studiare con lui le sue tecniche. Oggi lavoro come Omega Nei Health Coach o trainer della vitalità, un attività che svolgo già da qualche anno ormai a tempo pieno. Questo lavoro si basa su diversi livelli: sistemi di credenze, filosofia, presupposizioni e principi PNL. Lo scopo è portare le persone ad una maggiore presa di coscienza riguardo il loro potenziale con tecniche di cambiamento, comunicazione con l’inconscio, maggiore equilibrio emozionale e integrazione delle emozioni a livello profondo. Questo significa miglioramento degli effetti mentali ed emozionali. Un Omega Nei Health Coach è appunto un insegnante di vitalità, che guida le persone che si rivolgono a lui/lei verso una vitalità ottimale in campo fisico, mentale ed emozionale.In altre parole corpo, mente e anima.
Infatti la cura vitale vede i sintomi come un puro e semplice tentativo del subconscio di comunicare con l’individuo: noi creiamo la nostra malattia per imparare come creare salute e quindi vitalità.

Che impegno personale richiede il suo lavoro?
Chi fa questo lavoro deve concentrare tutte le sue forze su certe aree specifiche per parecchio tempo, per questo poi è in grado di dare quei consigli che possono ribaltare una situazione in un attimo. Dobbiamo essere i primi ad essere congruenti con quello che proponiamo e  desiderare di mantenere noi per primi, una vitalità ottimale. Ma non è sempre facile. Personalmente all’inizio è stata dura perché ho dovuto ribaltare completamente il mio stile di vita, dall’alimentazione al mio modo di pensar, ma soprattutto uscire dalla collettività, dalla tribù, come dice Dyer. Infatti quando decidi di diventare sano in un mondo malsano è lui stesso che ti viene contro. Dopo questo grosso impegno oggi per me è naturale nutrirmi in modo sano, fare una vita sana, svegliarmi 2 ore prima per fare quegli esercizi o “rituali” che mi permettono poi di svolgere la giornata piena di vitalità, nel miglior modo possibile.
In questo Roy è molto chiaro “Walk your talk” (fai quello che predichi) quindi disciplina intesa no come senso del dovere ma come passione per migliorare se stessi, per occuparsi di se stessi e per studiare se stessi ogni giorno, sempre di più, fino a che diventa un processo dinamico e naturale. Mai trascurare i propri successi e continuare a sviluppare l’intelligenza neuro emozionale. Fermarsi significa retrocedere, imparare è Never Ending Improvement (Miglioramento senza fine).

Perché trainer della vitalità?
Tutte le tecniche sviluppate da Roy Martina, Equilibrio Emozionale, Integrazione Neuro Emozionale, Omega etc. sono una parte della scienza della vitalità. Sappiamo che la medicina naturale comprende varie aree come Fiori di Bach, Cristalli, omeopatia, auricoloterapia .Per le persone che hanno disturbi e si avvicinano a tutto ciò molto spesso il risultato è la confusione. Alcune persone addirittura iniziano l’attività dopo un corso di una settimana. Dopo tanti anni di studio molto intenso ed una ricerca accurata di terapie in uso, Roy Martina è giunto alla conclusione che siamo sulla strada sbagliata. Il motivo che lui sostiene è che la medicina alternativa non è molto diversa da quella ufficiale. Nella medicina ufficiale si tenta di guarire il paziente trattando i suoi sintomi/disturbi e spesso sorgono nuovi problemi durante la terapia. Dunque lo scopo è quello di combattere i disturbi. La medicina allopatica è essenziale quando si deve intervenire su un problema concreto, un trauma, un urgenza una crisi acuta ma quando la causa non è concreta è limitata. Quindi le due dovrebbero essere complementari e non separate ma la medicina alternativa usa un metodo più dolce per avere alla fine lo stesso risultato. Secondo Roy Martina il termine medicina olistica è uno dei più abusati in medicina alternativa e non ha più nessun valore. Così ha scelto un nuovo paradigma, più consono alla nostra era ed al nostro processo di presa di coscienza e lo ha chiamato “scienza della vitalità”.

Come nasce l’idea di Vitality Life?

Quello che mi ha inspirato a fondare  Vitality Life è il desiderio di rendere consapevoli più persone possibili di come funzionano e agiscono le nostre emozioni. Ogni emozione è una vibrazione che è determinata dal pensiero conseguente alla attenzione posta su un oggetto. Secondo quanto afferma Patanjali, noi assumiamo la vibrazione della situazione su cui ci concentriamo; il fatto che la si voglia o no è del tutto ininfluente. Le Neuroscienze hanno provato questo dato di fatto: il nostro inconscio non registra la negazione anzi la cosa negata viene rafforzata. Tutta l’attenzione di massa concentrata sulle malattie le moltiplica, sull’andare contro qualcosa o qualcuno la guerra, le multinazionali, la fame, il terrorismo etc. è il fattore che rende persistenti questi eventi collettivi. E’ necessario individualmente e collettivamente un radicale cambiamento di assetto mentale, di pensiero di linguaggio, di attitudini e di comportamento. La pace nasce come la salute, il commercio equo, la distribuzione del cibo, la diplomazia efficiente per gestire i contrasti etc. dallo spostamento dell’attenzione e delle energie sulle vibrazioni corrispondenti. Il pensiero concentrato sulla Pace, sull’Armonia, sul Benessere, e sull’Amore ha il potere di manifestare queste vibrazioni nella nostra esperienza e nell’ambiente circostante. Questa “scoperta” è quindi conosciuta da oltre 5000 anni, ma non praticata ancora dalla massa dell’Umanità. Questo è il grande salto quantico in un diverso livello di coscienza che costituisce la “fine di un mondo” e la nascita di una nuova era, in realtà sempre presente a chi voglia pazientemente rieducare la propria mente.

La cosa che ho trovato geniale e mi ha catturato della “scienza della vitalità” è come viene indirizzata l’attenzione, dove viene messo il focus. Sappiamo benissimo che diamo “energia” a tutte le cose a cui poniamo “attenzione”. Nella scuola di Roy Martina dopo aver trovato e integrato la causa profonda, l’attenzione non viene più  data né al disturbo nè a come combatterlo. Viene invece tutta concentrata su come si vuole stare. Perciò tutte le energie si vanno a canalizzare li, ed è per questo che è più facile eliminare gli impedimenti per ottenere qualcosa. Queste scoperte che riguardano "attenzione" ed "energia", sono molto antiche (cfr. Patanjali o 5° Legge del successo di D. Chopra) ma tanta gente non le conosce o comunque non le applica. Anche la medicina alternativai continua a dare attenzione e quindi energia alle malattie, alimentandole. La scienza della vitalità non lo fa. E’ questo il nuovo paradigma, questa è la genialità. E' quello che porterà ad un nuovo livello di coscienza. Per questo sono convinta che sarà il lavoro del futuro perchè risvegliare l’umanità a questa nuova consapevolezza..
L’insegnamento di Roy Martina può considerarsi molto avanti rispetto alle correnti di medicina preventiva e alle terapie olistiche, è andare oltre l’emozione e cambiare il paradigma.

Che persone e per quali motivi si rivolgono a lei?
Le persone possono arrivare da noi con: paure, inquietudini, depressioni, disturbi alimentari, fobie, problemi di coppia, rabbia, insicurezza, malattie croniche, crisi di panico o solamente per il recupero della felicità, della salute e della vitalità. L'’Omega Nei Health Coach è da supporto per tutti: medici, insegnanti, psicoterapeuti, direttori commerciali, manager, genitori, studenti. Tra i miei clienti ci sono personalità dello spettacolo e del mondo degli affari.
Già dopo la prima seduta le persone aumentano il loro senso di autostima. Per alcuni problemi ci vuole un po’ più di tempo, comunque tutti cominciano ad accettarsi, a capirsi di più e ad amarsi di più. Questa è la base dell’autoguarigione.
Appena arriva una persona da noi è imperativo renderla congruente con queste forme pensiero: “Voglio essere felice, sano, godere della vita ed essere pieno di successo”. Vi garantisco che il 99% delle persone mi guarda con l’occhio sbarrato e mi dice: ”Perché è possibile? ”. Se ci pensate, è una reazione drammatica, perché vuol dire che, la maggior parte delle persone, nemmeno contempla l’idea di poterlo essere. Questo ci dà il metro di come autostima e potenzialità innate sono andate a farsi friggere. Certo che è possibile essere felici e sani ma se continuiamo a dare attenzione a quello che non vogliamo non lo sarà mai. Dare attenzione e quindi energia a quello che ci piace e a quello che vogliamo, imparando ad avere un equilibrio sulle nostre emozioni momento per momento, ci renderà sani in un mondo che non lo è. Sarà una prevenzione alle malattie e ci eviterà l’invecchiamento precoce. Un personal trainer di vitalità ti farà scoprire che “potenziale” è un forte sinonimo di “essere”. Non utilizzare queste tecniche significa essere al di sotto dell’1% del nostro potenziale e questo equivale a "dormire da svegli".

Il fatto è che noi riusciamo a vedere solo quello di cui siamo consapevoli e consapevolezza ed energia creano la nostra realtà. Quindi l’unica maniera per espanderci è vivere pienamente e perseguire la conoscenza, il resto non è vita. Invece di continuare a dormire, intossicati dalle tragedie, sensi di colpa, rancori e fumo sarebbe preferibile fare qualcosa per svegliarsi e vivere. La nostra vita è li che ci aspetta per essere vissuta pienamente nel modo più gioioso possibile. Per quanto mi riguarda un bravo e serio personal trainer della vitalità può essere molto di più di quello che si pensa o si può immaginare. E' una sorta di risvegliato che aiuta gli altri a risvegliarsi e più persone risveglia e più lei/lui si sveglia e questo a volte sembra senza limiti. Visione troppo presuntuosa? Basta fare un salto nel passato per rendersi conto che solo quelli che la pensano diversamente ed escono dalla normalità migliorano il mondo e uscire dalla normalità e dall’ipnosi collettiva è proprio quello che un bravo insegnante della vitalità deve fare con forza, amore, gioia e determinazione ogni giorno della sua vita.

Per concludere non mi resta che augurare a tutti, quelli che ovviamente lo desiderano, un meraviglioso risveglio e finalmente ottima salute e felicità.

Daniela Scimonelli